Quando chiamare una ditta di ricerca perdite acqua?

Bolletta dell’acqua troppo alta? Controlla di non avere infiltrazioni dai tubi idraulici

Nessuno potrebbe più pensare di vivere senza l’acqua corrente nella propria casa. Indispensabile per cucinare, lavarsi, pulire la propria abitazione, innaffiare le piante o il giardino, l’acqua che scorre nelle tubazioni è sicuramente la nostra migliore amica. Ma c’è un caso in cui può diventare una pericolosa nemica: quando ci si trova a fare i conti con la ricerca perdite acqua occulte. Il problema è che spesso queste perdite sono molto difficili da individuare, e possono andare avanti per lungo tempo. Quando alla fine vengono alla luce hanno già prodotto gravi danni. Esistono delle ditte specializzate nella ricerca di perdite d’acqua, ma bisogna capire quando è il caso di richiedere il loro intervento. Ecco alcuni segnali che vi possono mettere in allerta.

ricerca perdite acqua occulte
ricerca perdite acqua occulte

LA BOLLETTA DELL’ACQUA
Il primo sintomo del fatto che possiate avere una perdita d’acqua è sicuramente l’arrivo di una o più bollette che siano significativamente più alte della media di quelle che siete soliti ricevere. Dopo avere verificato che nella bolletta non ci siano oneri accessori, magari facendo una telefonata al gestore del vostro contatto o confrontando solo la parte relativa al consumo, se il costo da pagare è inspiegabilmente lievitato è probabile che sia a causa di una perdita. E’ quindi il caso di rivolgersi a una ditta di ricerca perdite d’acqua.

IL CONTATORE DELL’ACQUA
La bolletta però spesso è bimestrale, e per consumi differiti di altri due mesi. Se aspettate di accorgervi di una perdita dal costo lievitato potrebbe essere troppo tardi. Un altro sicuro metodo per vedere se nel vostro impianto c’è una perdita è controllare il vostro contatore dell’acqua. Il contatore è fornito di una rotellina, che gira quando consumate acqua. Dopo esservi assicurati di avere chiuso tutti i rubinetti e di non avere nessun elettrodomestico in uso controllate se la rotellina del contatore gira. Se lo fa, magari con una certa velocità, ci deve essere sicuramente una perdita. E bisogna chiamare degli esperti per capire dove è.

IL COLORE DELLE PARETI
Un altro indizio di una perdita d’acqua nell’impianto è una parete che scolorisce. Uno scolorimento a cui di solito segue una macchia, di colore giallastro o bruno. Se vedete qualcuno di questi segni sulla parete vuol dire che c’è una infiltrazione d’acqua. Se la parete è ricoperta di carta da parati noterete invece che la carta non aderisce più perfettamente, e inizia a staccarsi dagli angoli o si formano delle bolle. In tutti questi casi è il momento per chiamare una ditta che si occupa di ricercare perdite. Questo chiaramente vale anche per il soffitto, luogo particolarmente delicato, con le perdite che potrebbero arrivare anche dall’appartamento nel piano di sopra o, se siete all’ultimo piano, dal tetto.

I PAVIMENTI
Occhio chiaramente ai pavimenti, sotto cui possono scorrere tubature. Nel caso di perdite il pavimento può risultare umido, le mattonelle di possono sollevare, o le listelle del parquet letteralmente saltare via. Dal pavimento poi l’umidità aggredisce la base delle pareti, dove si può notare la comparsa di muffa. Certo, le infiltrazioni nel pavimento possono dipendere anche dall’assenza di un buon sistema di isolamento per le strutture controterra o dal degrado degli elementi impermeabilizzanti, ma spesso derivano dalle condotte. In ogni caso è sempre meglio capire le cause, e trovare molto velocemente i rimedi. I danni dal pavimento si possono propagare al tetto dell’appartamento sotto al vostro. E i vostri problemi potrebbero davvero diventare difficili da gestire se comprendono anche un vicino arrabbiato.

POZZANGHERE IN GIARDINO O NEI TERRAZZI
Se avete un giardino, magari con un sistema di irrigazione automatica, dovete stare particolarmente attenti se si creano pozzanghere, anche piccole. Un altro segnale è se in una parte cresce molta più erba, o cresce molto più velocemente. In quel caso ci potrebbe essere una perdita. Attenzione, nei giardini, o nei terrazzi, un posto classico in cui si registrano perdite sono i rubinetti attaccati al muro al quale si attacca il tubo per innaffiare. In questo caso dovete passare un dito sull’attaccatura tra il rubinetto chiuso e la pompa, e controllare se si bagna. E guardare con molta attenzione nella porzione di muro interno dietro il rubinetto: se c’è una perdita è lì che troverete una macchia, la muffa, o comunque l’umidità al tocco. Questo è il momento di fare entrare in campo i professionisti, per capire dove esattamente è la perdita.

MUFFA
Un altro segnale inequivocabile di perdite d’acqua è la presenza di muffa sulle pareti. La muffa si sviluppa con l’umidità, e ha un odore caratteristico che assomiglia a quello del bucato lasciato bagnato per troppo tempo. Odore terribile che finisce per infestare la casa, finendo per essere un pessimo biglietto da visita per chi entra nella nostra abitazione. Una volta che la muffa appare si propaga con una certa velocità e, anche se esistono prodotti per rimuoverla, se non si risolve il problema alla radice si ripresenterà in pochissimo tempo. La muffa può essere causata anche da infiltrazioni, umidità, ambienti scarsamente soleggiati, ma è uno dei primi indicatori di una perdita e non va sottovalutata. Se vedete della muffa sui muri insomma è il caso di rivolgersi a una ditta di ricerca perdite d’acqua, e di farlo il più presto possibile.

IL BAGNO E LA CUCINA
Il bagno, insieme alla cucina, sono i luoghi principi in cui l’acqua viene usata, e chiaramente in cui si possono verificare delle perdite. Per accorgersene bisogna esaminare con attenzione prima di tutto le tubature dei lavandini, spesso chiuse dentro un mobiletto, e controllare che non siano bagnate, o se nn ci siano dei residui d’acqua sotto di loro. Bisognerà anche cercare piccole pozze d’acqua sulle basi di vasche, bagni e docce (consigliabile toccare anche le guarnizioni che le sigillano, e controllare se non siano umide o rovinate) e sotto lo scaldabagno, la lavastoviglie e la lavatrice. Chiaramente esaminate con attenzione le pareti, a caccia delle solite macchie o aloni bruni o giallastri o della presenza dell’immancabile muffa. Attenzione, il fai da te, comunque sconsigliabile quando si ha a che fare con l’acqua, è assolutamente vietato in bagno e in cucina. Riparazioni che sembrano piccole potrebbero causare problemi enormi in impianti complessi e magari vecchi. Se avete il dubbio che ci sia una perdita in bagno o in cucina è assolutamente indispensabile rivolgersi a degli esperti nella ricerca di perdite e nella riparazione delle stesse.

L’IMPIANTO DI RISCALDAMENTO
Un altro luogo dove l’acqua scorre a fiumi sono gli impianti di riscaldamento. Radiatori a parete, magari i vecchi modelli in pesantissima ghisa, giunture, guarnizioni, valvole, tubature sottoposte a grande stress e spesso vetuste, sono tutti luoghi dove si può facilmente creare una perdita. Anche qui occhio alle gocce, magari da verificare toccando con una mano le giunture e i rubinetti, e alle macchie o alla muffa lungo la traccia dei tubi. Anche una piccola perdita si può allargare all’improvviso quando i materiali che la raccolgono si inzuppano. Ma a quel punto rischia di essere troppo tardi per un intervento veloce ed efficace.

PRONTO INTERVENTO
Come abbiamo visto le perdite d’acqua possono essere in tutte le parti della casa, in giardino o in terrazzo, negli appartamenti confinanti con il vostro, in garage. Accorgersi che c’è una perdita spesso non è facile, ma se la perdita è trascurata i danni possono diventare davvero ingenti e il conto per ripararla salatissimo. Bisogna quindi stare particolarmente attenti ai piccoli e grandi indizi di cui abbiamo parlato e, nel caso in cui ci sia un sospetto, essere pronti a rivolgersi ai dei professionisti della caccia alle perdite. Le tecnologie a disposizione ormai sono tantissime, anche poco invasive, come ad esempio l’indagine termografica della casa. Un sistema che non richiede scassi, e che può scattare una fotografia della situazione delle vostre tubature, andando a scovare perdite che sono ancora invisibili. I costi per l’intervento di queste ditte, che una volta individuato il problema mi propongono anche una serie di soluzioni per risolverlo, sono contenuti, e comunque non comparabili con quanto dovreste spendere per riparare i danni di una perdita d’acqua trascurata. Con l’acqua non si scherza, o l’irrinunciabile risorsa di cui non si può più fare a meno in ogni casa, rischia di diventare la vostra peggiore nemica.